1 - Rilettura art. 34 Costituzione

1 – Rilettura Art. 34 Costituzione

Costituzione della Repubblica Italiana – Art. 34

La scuola è aperta a tutti.
L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
La repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso”.

A settant’anni dall’entrata in vigore della Costituzione gli obiettivi programmatici sulla scuola indicati nell’art. 34 si possono considerare in buona parte conseguiti. Tuttavia le sfide che dovranno essere affrontate nei prossimi settant’anni ne impongono una rilettura coraggiosa ed evolutiva affinché il significato più profondo dei principi in esso enunciati possano supportare in modo ottimale lo sviluppo di una società sempre più complessa, moderna e tecnologica. Traendo spunto anche dalle considerazioni emerse in sede di Assemblea Costituente

ESPRIMI LA TUA OPINIONE

Gruppo di studio Sezione 1 – Rilettura dell’art. 34 della Costituzione della Repubblica italiana * * * Lombardi Martina, Ferazzoli Daniela, Pantanella Mariacristina e Viallo Michele

Fai clic per accedere a storia_costituzione.pdf

Breve cronistoria sulla nascita dell’articolo 34 della Costituzione

http://campus.hubscuola.it/media/campus/contenuti/campus_ecogiur_2015/02_discipl_giuridiche/2_biennio/zz_strumenti/10_costituzione_commentata/articoli/art34.html


80 pensieri riguardo “1 – Rilettura Art. 34 Costituzione”

  1. Leggendo e analizzando l’articolo 34 della costituzione sono d’accordo con ciò perché la scuola deve essere obbligatoria e gratuita ma soprattutto aperta a tutti.

    "Mi piace"

  2. Sono completamente d’accordo con l’articolo 34 della costituzione, poiché ogni persona debba ricevere l’adeguata istruzione anche se le proprie possibilità sono limitate. Inoltre grazie a questo articolo, i meritevoli, possono raggiungere i gradi più alti di istruzione senza dover rinunciare per un particolare disagio economico. Al riguardo delle borse di studio, sono completamente a favore perché invogliano i ragazzi a raggiungere i propri obiettivi.

    "Mi piace"

  3. L’Art.34 della Costituzione è stato commentato da Piero Calamandrei con “Il discorso sulla Costituzione“. Tale discorso evidenzia gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. In accordo con quanto esposto in tale discorso ritengo che L’Art.34 della Costituzione dovrebbe tutelare ulteriormente il pieno sviluppo delle persone più bisognose. Reputo che l’attribuzione dei sussidi a favore delle classi più svantaggiate dovrebbe essere concessa mediante delle misure più rigide in grado di individuare gli abusi, in modo da garantire maggiormente l’accesso a chi, pur essendo in condizioni economiche non vantaggiose, dimostri di avere i requisiti per affrontare brillantemente studi di alto livello. Presumo che tali misure potrebbero essere vantaggiose sia per la società attuale e sia per la società futura.

    "Mi piace"

  4. Concordo con l’articolo 34 della Costituzione perché in questo modo si invogliano i ragazzi con meno mezzi opportuni per lo studio a poter raggiungere grazie alla scuola una vita migliore grazie ad un lavoro trovato grazie ad un titolo di studio

    "Mi piace"

  5. Approvo l’articolo 34 della costituzione.
    Ritengo sia una cosa giusta dare la possibilità ai ragazzi di frequentare la scuola e penso sia una cosa giustissima che essa sia gratuita per dare la possibilità a tutti di frequentarla anche a chi non ha possibilità economiche

    "Mi piace"

  6. È giusto che la scuola inferiore debba essere gratuita per offrire opportunità di lavoro e invogliare i ragazzi a seguire percorsi di studio a loro piacimento, quindi pienamente d’accordo con l’articolo 34 della costituzione.

    "Mi piace"

  7. Sono un’ex alunna dell’istituto Cesare Baronio frequentante la 5Q dell’anno 2016/2017.

    L’attenzione riservata all’Articolo 34 in sovrimpressione costituisce un’ottimo punto di partenza per quanto riguarda il processo di attualizzazione delle tematiche trattate dal suddetto.
    A discapito del pensiero comune, rappresenta una vera e propria dimostrazione empirica della crescente partecipazione da parte degli adolescenti in ambito sociale, nel tentativo di offrire maggiori garanzie per quanto riguarda il conseguimento di una formazione accademica consona alle proprie capacità ed al fine di ampliare, in prospettiva, lo spettro di opportunità di ciascuno, contribuendo, indirettamente, al processo di crescita del paese.

    Il primo comma dell’Articolo 34 rafforza il principio di uguaglianza dei cittadini, sancito dal terzo dei dodici principi fondamentali della nostra costituzione, escludendo, quindi, qualsiasi discriminazione per la possibilità di accesso al diritto all’istruzione.
    E’ necessaria un’interpretazione rinnovata del concetto di “studente meritevole”, valorizzando , oltre i risultati conseguiti, l’impegno profuso da quest’ultimo nell’adempiere ai doveri propri della figura del “cittadino modello”. Una vera e propria rilettura potrebbe rimodernare l’assetto scolastico per garantire, in ambito accademico, l’accesso a tutte quelle tecnologie ormai parte integrante della società odierna.

    Ritengo personalmente che lo sforzo e l’impegno di questo gruppo di giovani ragazzi nel rammodernare alcuni tra gli aspetti della Costituzione che non potevano essere considerati al momento della stesura del documento, dovuti principalmente alle differenze di contesto storico, può essere uno strumento molto potente che correda, inoltre, un feedback di valore molto utile ad acquisire ed identificare quanto necessario per poter portare a compimento con successo il percorso di studi scelto dallo studente.

    Piace a 1 persona

  8. Art.34 della costituzione “la scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore per almeno 8 anni è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso. COSÌ RECITA LA COSTITUZIONE ITALIANA. PECCATO CHE SI FA POCO PER GARANTURE IL DIRITTO AL LAVORO E SICCOME LO STUDIO ILLUMINA LE TENEBRE DELL’IGNORANZA (DALAI LAMA), MOLTI EMIGRANO IN PAESI DOVE VENGONO GRATIFICATI.

    Piace a 1 persona

  9. Sono completamente d’accordo con l’Articolo 34 poichè ritengo opportuno che a tutti venga data la possibilità di frequentare la scuola, anche a chi non ne ha la possibilità.

    "Mi piace"

    1. Sono d’accordo con l’articolo 34 della costituzione perchè la scuola deve essere aperta a tutti anche a chi ha dei problemi economici e dare a loro una possibilità di frequentare la scuola.

      "Mi piace"

  10. Credo sia opportuno dare a tutti il diritto di andare a scuola, sopratutto ragazzi che non hanno le possibilità per frequentarla. Tutti hanno il diritto di studiare ed essere premiati se meritevoli.

    "Mi piace"

  11. Buongiorno a tutti, siamo i ragazzi del gruppo di studio della Sez. 1- Rilettura Art. 34 Costituzione e vi ringraziamo sia per i numerosi commenti, sia per la vostra convinta partecipazione al blog.
    Dopo un’attenta lettura delle vostre considerazioni, riteniamo tuttavia necessario richiamare la vostra attenzione sull’obiettivo finale della nostra sezione che, non a caso abbiamo deciso di denominare come “Rilettura dell’art. 34 della Costituzione”.
    Possiamo affermare che gli obiettivi indicati nei commi I^ e II^ dell’Art. 34, di una “scuola aperta a tutti” e “di una istruzione inferiore obbligatoria e gratuita per almeno 8 anni”, si possano considerare tutto sommato raggiunti. Proprio per tale motivazione il nostro gruppo ha provato ad immaginare una “rilettura” dei suoi contenuti da proporre alle future generazioni per i prossimi settant’anni, perché, come affermiamo anche nel video di presentazione, oggi la scuola è nostra domani sarà dei nostri figli.
    Vi invitiamo, quindi, ad apportare con le vostre idee un ulteriore contributo alla discussione di questa sezione, per aprire un dibattito mirato, non tanto a commentare il contenuto dell’Art. 34 già concretizzato, quanto a rilanciarne i principi nella società che proviamo ad immaginare per i prossimi 70 anni.
    Vi attendiamo numerosi.
    Grazie in anticipo!

    Gruppo di studio Sez. 1- Rilettura Art. 34 della Costituzione
    Martina Lombardi – Ferazzoli Daniela

    "Mi piace"

  12. Analizzando il testo dell’articolo, spicca subito l’attenzione dello Stato nel consentire lo studio accessibile a tutti e nel dare meriti a chi cerca di arrivare ai livelli più importanti dell’istruzione. Si afferma che ognuno, senza differenze di sesso, razza, religione o di qualsiasi altro genere, ha il diritto di frequentare una scuola e di apprendere. Questo aspetto oggi sembra “normale”, ma nel passato solo “pochi” potevano permettersi un’istruzione idonea.
    Nel comma II^ si evidenzia l’obbligo di frequentare la scuola, luogo fondamentale nella realizzazione di un individuo.
    Nei commi III^ e IV^ si sottolinea l’intento di premiare gli studenti più meritevoli e di aiutare le famiglie attraverso agevolazioni e borse di studio per l’iscrizione all’università.
    Si può affermare che lo Stato vede nello studio un “mezzo” per educare i cittadini, rendendo imprescindibile l’importanza che questo ricopre nel rendere migliore una società, e di conseguenza la “vita “di una comunità.

    Piace a 4 people

    1. La ringraziamo per il suo contributo. La sfida vera è proprio quella di chiederci se, a distanza di 70 anni, lo studente meritevole abbia veramente i giusti riconoscimenti per il suo applicarsi a studente prima e cittadino dopo. Ci siamo interrogati se oggi sia sufficiente ancora legare il merito al solo rendimento scolastico oppure sia invece fondamentale legare tale “meritocrazia” anche ad attitudini che ne facciano un “cittadino lodevole”.
      Pensiamo ad uno studente che oltre che eccellente dal punto di vista del profitto sappia essere anche rispettoso delle norme e delle istituzioni, dell’ambiente e solidale con il prossimo.
      Sono queste le domande che ci siamo posti con i ragazzi e su cui stiamo riflettendo.

      "Mi piace"

      1. Ringrazio i ragazzi dell’Istituto per aver sollevato una questione così importante e così meritevole di attenzione. Come docente concordo con quanto avete asserito e anche io sostengo che, oltre ad eccellere sul piano del profitto, sia doveroso che il discente sia rispettoso delle norme, delle istituzioni, dell’ambiente e sia solidale con il prossimo. Nel mio piccolo mi impegno quotidianamente ad aiutarvi ad essere “cittadini rispettosi e consapevoli” e sono onorata di aver partecipato, anche se per un breve periodo, alla vostra formazione. Con le vostre riflessioni sicuramente riuscirete a contribuire al vostro sviluppo personale e ad aprire la strada ad un nuovo modo di “vivere” la scuola!

        Piace a 1 persona

  13. Sono d’accordo con l’articolo 34 della Costituzione, perchè è giusto che la scuola inferiore debba essere obligatoria e gratuita. Soprattutto per le persone meritevoli, privi di mezzi, grazie alla borsa di studio si può dare la possibilità di arrivare ai gradi più alti degli studi.

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.